rifugio Obru Huusch

In by Diletta


Sto caricando la mappa ....

Data e orario
Data - 15/08/2016
Tutto il giorno

Luogo
Rimella

Categorie

Escursione alla frazione Roncaccio Superiore seguendo il “sentiero n° 1” di Rimella (Vercelli). Raggiungeremo il Rifugio Obru Huusch, che è una casa Walser tradizionale situata nella fraz. Roncaccio Superiore, a 1169 metri di altitudine tra le montagne della Valsesia, Piemonte. Il Rifugio è stato rinnovato nel 2005 dalla Regione Piemonte per generare interesse nella regione ed è ricco di tesori nascosti. La casa è immersa nella natura e posizionata strategicamente sul sentiero GTA (Grande Traversata delle Alpi).

 

L’escursione segue il sentiero n° 1 segnalato dal comune di Rimella:

“Partenza dalla frazione Chiesa, passando fra la Chiesa Parrocchiale settecentesca dedicata a S. Michele Arcangelo, la Cappella Ossario ed il Museo G.B. Filippa; scendendo lungo l’antica si attraversa la frazione Villa Inferiore, dove spicca la chiesa dedicata alla Madonna della Neve, per giungere alla Frazione Grondo. Qui, fiancheggiando l’Oratorio dedicato a Sant’Ambrogio si passa fra un’antica casa walser ed uno degli antichi mulini ad acqua della frazione. Prima del ponte sul Landwasser si incontra un’altra casa walser, che presenta ancora le lobie integre, datata 1607. Attraversato il fiume si prosegue, inoltrandosi nel parco Naturale Alta Valsesia, verso la frazione Roncaccio Superiore la cui chiesa è dedicata alla Visitazione di Maria a S. Elisabetta; lasciata la frazione si scende lungo il percorso del GTA al Roncaccio Inferiore,la cui chiesa è dedicata a S. Maria delle Grazie. Da qui si imbocca il sentiero per il Pianello; proseguendo oltre si attraversa il ponte del Rio Scarpiola sulla cui destra si trovano i ruderi di un’antica fornace per la calce.
Più avanti si incontra il ponte per la frazione Riva, con la cappella di Santa Liberata, e proseguendo si raggiunge la frazione Sant’ Antonio. Dopo la visita alla frazione si prosegue per Sant’ Anna costeggiando il torrente Landwasser: sulla riva opposta si scorgono le case abbandonate della frazione Ebe. Sant’ Anna è divisa in tre distinti nuclei abitativi; nel più alto si trova l’ Oratorio dedicato alla Madonna Assunta e a Sant’ Anna. Tornati a Sant’ Antonio inizia il percorso di rientro: attraversato un ponte di epoca napoleonica si prosegue sino alla frazione Pianello, si passa davanti alla chiesa dedicata alla Vergine Annunziata e si prosegue nel bosco sino ad incrociare la strada carrozzabile che riporta a Chiesa.”